E’ street o non è street?

Non riesco più a contare le volte che mostrandomi delle foto mi hanno chiesto “ma questa è street o non è street?”. Sarebbe bello se ci fosse una risposta chiara, semplice, lineare, matematica a questa domanda quando si vede una foto. Sulle foto celebri o quelli in cui è più evidente la connotazione è facile rispondere ma poi ci sono tutte quelle foto che si trovano in un limbo di definizione che necessitano di una riflessione in più e la stima diventa sempre più personale.

Premessa storica

Però ci sono delle cose che si possono dire, e per questo facciamo un passo indietro. L’evoluzione della fotografia nei suoi generi è sempre stata conseguenza dell’evoluzione tecnologica e di quello che ha permesso. Le prime persone è essere ritratte dovevano stare ferme anche per 10 minuti in sala posa davanti ad un banco ottico ingombrante e pesante per potersi rivedere in una stampa. Era impossibile pensare alla foto come un momento di vita catturato.

Con l’evoluzione dello strumento fotografico finalmente si parla di portabilità della macchina fotografica. L’invenzione dell’istantanea e di fotocamere che possono stare al collo le cose cambiano. Vengono fatti viaggi di proposito per fotografare il mondo che non si può fare vedere altrimenti e così nascono generi fotografici come il reportage e il fotogiornalismo. Le persone ritratte non vengono più messe in posa per molto tempo e si comincia a pensare di cogliere il momento senza influenzare il soggetto o chiedere di fare qualcosa per la buona riuscita della foto ma l’occhio del fotografo diventa il tramite per mostrare un momento di realtà cercando di diventare invisibili agli altri.

Si parla così di fotografia diretta “Straight Photography”. Molti pensando alla “street” infatti confondendo con la “straight” (senza nulla togliere).
Infatti la Street Photography come la intendiamo oggi ha una valenza più artistica con una componente in genere ironica.

Definizioni di Street Photography

Secondo Wikipedia:

La street photography (“fotografia di strada“) è un genere fotografico che vuole riprendere i soggetti in situazioni reali e spontanee in luoghi pubblici al fine di evidenziare in maniera artistica alcuni aspetti della società. Tuttavia, la street photography non necessita la presenza di una strada o dell’ambiente urbano. Il termine “strada” si riferisce infatti ad un luogo generico ove sia visibile l’attività umana, un luogo da osservare per catturarne le interazioni sociali. Di conseguenza il soggetto può anche essere del tutto privo di persone o addirittura un ambiente dove un oggetto assume delle caratteristiche umane.

Ci dice che gli ingredienti sono:

  • un luogo pubblico (non necessariamente una strada di città)
  • situazioni reali e spontanee
  • l’elemento umano è molto importante ma non necessario
  • componente artistica e ironica

Una definizione che preferisco usare e che aiuta molto meglio a capire cosa si intenda è:

La Street Photography è il genere fotografico che cerca di rendere straordinario qualcosa di ordinario da una situazione reale in un luogo pubblico

E’ così molto più semplice valutare se una foto scattata per strada è così speciale, perché il momento e il punto di vista sono unici e particolari tanto che valgono la pena di chiamarli straordinari.

Conclusioni

Applicare una definizione ad una foto per capire se si può chiamarla “street” o meno non è la condizione necessaria e sufficiente. La definizione serve per cominciare ad avere una chiave di lettura e avere il primo strumento per interpretare una fotografia. Il passo successivo è fare molta esperienza, non solo nel leggere i libri ma nel frequentare gruppi fotografici, guardare molte foto da autori che ci insegnano questo genere così come seguire i concorsi cercando di interpretare la chiave di lettura delle foto selezionate e quelle vincitrici.